Commenti: 20
  • #20

    Titti (sabato, 27 luglio 2013 06:36)

    Grazie TerryGiù ;))

  • #19

    Lili (venerdì, 26 luglio 2013 19:04)

    Lascio un saluto per tutti gli amici volenterosi.

  • #18

    TerryGiù (mercoledì, 13 marzo 2013 17:23)

    Eccovi una ricettina monferrina semplice semplice che mi ha lasciato in eredità una mia cara amica di origine monferrina.

    Foglie di basilico ripiene al forno

    Ingredienti
    20 foglie di basilico grosse
    2 patate piccole
    5 cucchiai di formaggio grana grattato
    1 rosso d'uovo
    sale
    pepe
    5o ml di latte
    20 gr di burro

    Preparazione
    Fare lessare le patate in acqua salata, quindi sbucciarle e passarle allo schiaccia patate in una ciotola aggiungendo il formaggio grattuggiato, il latte, il rosso d'uovo, e il burro.
    Aggiustare con il sale e pepe e mescolare bene il tutto. Fare cuocere questo impasto in padella per circa 5 minuti a fuoco leggermente vivo. L'impasto di deve addensare ed amalgamare.
    Lavare le foglie di basilico e poi asciugarle bene, quindi su 10 di esse applicare l'impasto. Ricoprire con le altre 10 foglie di basilico rimaste.
    Fare scaldare il forno al massimo.
    Mettere quindi in teglia su carta da forno le foglie ripiene e fare cuocere per circa 10 minuti controllando che non si anneriscano troppo.
    Servire ben calde!!

  • #17

    TerryGiù (giovedì, 07 marzo 2013 18:28)

    Grazie Refrain molto gradita!! Certo che gustarla appena pescata nel golfo di Napoli e sul luogo ha tutto un altro sapore!! Chissà che un giorno non ci ritorni nella bella Napoli!!

  • #16

    Titti (venerdì, 15 febbraio 2013 19:01)

    Delicatissima ricetta. Il problema per me sarà trovare il pesce, io abito a Bracciano e la pezzogna napoletana, qui la chiamano occhione, non si trova. Mangeremo quella laziale....mio marito è sardo; la trova, la trova.... Grazie Refrain!

  • #15

    Refrain (martedì, 12 febbraio 2013)

    Scusate il ritardo.
    Avevo però da trovare una ricetta che rispettasse le attese di Terry e fosse compatibile con la dieta di Giba. Dopo circa venti giorni di pensamienti credo di aver trovato la ricetta giusta.
    Pezzogna alla piastra.
    Ingredienti: Una pezzogna, possibilmente pescata nel golfo di Napoli, sfilettata. Olio di oliva, sale, rametti di rosmarino e foglie di salvia.
    Tempo di cottura: 15 minuti.
    Stendere accuratamente su una piastra da fuoco un foglio di alluminio sul quale, con la stessa cura va steso un foglio di carta da forno avendo cura di piegarne,alzati verso l’alto, i quattro lati. Mettere sul fuoco da usare lo spargifiamma in modo di permettere alla piastra di riscaldarsi in modo uniforme. Formare un leggero strato di olio di oliva sulla carta da forno unitamente ai rametti di rosmarino e alle foglie di salvia. Quando la piastra sarà calda adagiare la pezzogna sul letto di aromi e lasciarlo cuocere da un lato per circa dieci minuti e poi girarlo delicatamente avendo cura di aggiungere gli aromi anche su questo lato.
    Resterà intatto il profumo delicato del pesce e il ricordo del golfo di Napoli
    Servirlo caldo.



  • #14

    Giba (sabato, 19 gennaio 2013 12:29)

    Ma come Refrain, proprio adesso devo farmi venire l'acquolina alla bocca, adesso che sono a dieta? Questo è infierire...... :))))))

  • #13

    TerryGiù (venerdì, 18 gennaio 2013 23:44)

    Sarina questo tortino te lo rubo!!..e provo a farlo!!

    Refrain bellissima la tua ricetta! Però non potendo mangiare i crostacei per allergia, non è che mi regali una bella ricettina con vongole, o branzino, o orata, o pesce spada??..(pensiero nascosto: sono proprio sfacciata, ma i maschietti spesso ci battono in cucina..e sono sicura che mi insegnerà una ricettina sfizioza!!)

  • #12

    Sari (sabato, 29 dicembre 2012 23:20)

    Tortino di cavolfiore

    Un cavolfiore di media grandezza
    Latte 1/2 litro
    Burro 50 gr
    Farina 50 g
    Parmigiano, due manciate
    Uova 1
    Noce moscata
    Sale
    Fontina (o altro formaggio da utilizzare)

    Accendere il forno a 180°
    Cuocere il cavolfiore lasciandolo al dente
    Fare una besciamella con burro, farina e latte
    Salare, aggiungere una grattugiatina di noce moscata e il parmigiano
    Mescolare e aggiungere l'uovo, leggermente sbattuto
    Imburrare alcuni stampini monoporzione e spolverarli di pangrattato (io ne ho riempiti 12)
    Suddividervi il composto e al centro di ognuno inserire un quadrotto di formaggio.
    Infornare per 20' o fino a che non si è formata in superficie la famosa crosticina dorata.
    Sfornare, lasciare raffreddare un pochino e capovolgere i tortini sul piatto da portata, su un letto di insalata verde o altro, a piacere.

    Variante più golosa:
    Foderare gli stampini con lo speck e poi procedere come sopra.

  • #11

    Sari (giovedì, 13 dicembre 2012 18:16)

    Sei pieno di sorprese, Refrain, bella preparazione, la salvo e poi si vedrà.
    Ciao.

  • #10

    Refrain (mercoledì, 05 dicembre 2012 16:41)

    Può un maschietto inserire una ricetta? Siiiiiiii

    CARTOCCIO DEL MARINAIO.

    Ingredienti per quattro persone

    Pasta (conchigliette o bucatini) 400g, calamaretti piccoli 200g, gamberetti sgusciati 200g.,vongole sgusciate 200g 1 bicchiere di vino bianco, 1 bicchiere di olio di oliva, 4 acciughe, sale, pepe, aglio, prezzemolo.

    PREPARAZIONE

    Soffriggere tre spicchi di aglio, quattro acciughe pulite e il prezzemolo;
    aggiungere i calamaretti, farli rosolare per dieci minuti, bagnare con il vino,
    coprire e far cuocere per altri dieci minuti, sempre a fuoco molto basso.
    A questo punto unire i gamberetti, le cozze e le vongole , dare ancora dieci
    minuti di cottura, quindi togliere dal fuoco la salsa e tenere in caldo.
    Nel frattempo cuocere la pasta molto al dente, condirla con la salsa e
    aromatizzarla con altro prezzemolo tritato e pepe. Sistemare il tutto al centro
    di un foglio di alluminio di cm 30x60 e, ripiegandolo da un lato all’altro,
    farne un cartoccio ben chiuso; passarlo nel forno già caldo per dieci minuti
    e portarlo subito a tavola dove verrà aperto sprigionando tutto il suo profumo.

  • #9

    Lili (martedì, 04 dicembre 2012 19:38)

    Brave ragazze! e ora qualche ricettina natalizia facile facile, perchè io sono sfaticata però di buon appetito. Salutissimi a TITTI ed a TUTTE!

  • #8

    TerryGiù (mercoledì, 21 novembre 2012 22:40)

    Sticla che gustose ricette!! Buoni i fegatini!!
    Cavolfiori saporiti a modo mio.
    Questa è una versione dei cavolfiori che mia madre mi faceva quando vivevo in Piemonte nella mia città natia, Casale Monf.
    Ha un sapore un poco particolare, ma vale la pena di provare.
    Ingredienti
    2 uova intere
    1 cucchiaio di prezzemolo tritato
    4 acciughe sott'olio o sotto sale (quelle che preferite)
    1 limone
    olio evo almeno mezzo bicchiere
    1 bel cavolfiore bianco
    Formaggio grana o pecorino grattato a piacere
    sale q. basta
    pepe a piacere
    salsa worcester
    Preparazione
    Fare cuocere il cavolfiore tagliato a pezzi al vapore fino a quando diventa semi croccante (insomma al dente), quindi metterlo in una teglia e spolverare di formaggio pecorino o grana e abbondante pepe nero e un filo di sale. Mettere in forno per circa 30 minuti (fare dorare la superficie)a 200°.
    Nel frattempo che si "dorano" i cavolfiori, mettere in una padellina olio, pepe, e un filo di sale.
    Fare bollire le uova affinchè diventino sode.
    Una volta che le uova sono sode, raffreddarle , sgusciare e tritare insieme al prezzemolo, e alle acciughe in modo grossolano (uso il mixer)
    Scaldare la padellina dove c'è l'olio con i profumi ed aggiungere il trito, facendolo saltare mescolando per circa tre minuti.
    Togliere dal fuoco questa salsina e mettere in una ciotola aggiungendo due o tre gocce di worcester, un limone spremuto, (sale e pepe ancora un pochino a piacere se lo si desidera più saporito) e mescolare ..
    Quando il cavolfiore è pronto da servire, versare sopra questo intingolo.
    Trovo sia buonissimo e con un sapore particolare.

  • #7

    sticla (mercoledì, 21 novembre 2012 12:06)

    Questa invece è la versione di famiglia, tramandata da generazioni!
    Tritare salvia cipolla sedano e carota e mettere al fuoco con un po' d'olio, aggiungere i cuoricini dei fegatini (200 gr. di fegatini) ben tritati e poco dopo anche i fegatini tritati. Dopo 5 minuti aggiungere un dado ( rigorosamente bio e senza glutammato aggiunto) e un po' d'acqua. Bollire 5 minuti poi spengere il fuoco. Qunado è freddo aggiungere un rosso d'uovo e il succo di un limone. Per renderlo cremoso, io lo passo al mixer, ma perchè sono moderna!

  • #6

    sticla (mercoledì, 21 novembre 2012 11:58)

    Crostini di fegatini (ricetta tradizionale)
    $ fegatini di pollo
    50 gr di burro
    1/2 cipolla piccola
    1 cucchiaio di sottaceti misti
    1 cucchiaio di capperi
    4 filetti di acciuga
    brodo , sale e pepe
    soffriggere cipolla e burro poi unire i fegatini tritati e puliti. Dopo mezz'ora tagliare fini i fegatini e unire tutti gli altri ingredienti tritati. Salare pepare e lasciare cuocere aggiungendo un po' di brodo se serve. L'impasto deve essere piuttosto liquido. Tagliare a fette il pane, tostarlo e passarlo nel brodo caldo. Vesrsare sulle fette l'impasto e buon appetito!

  • #5

    TerryGiù (giovedì, 15 novembre 2012 12:02)

    Frittata di verdure miste al forno
    Mi è avanzato del radicchio, e non volendolo sprecare in quanto era solo un poco appassito ho deciso di utilizzarlo per fare una frittata!
    Ingredienti
    Radicchio avanzato
    una patata
    una cipolla
    una carota
    6 uova
    1 etto di formaggio grana grattuggiato
    Origano a piacere
    Pepe o peperoncino a piacere
    Sale q.b.
    Olio evo un cucchiaio
    Brodo 200 cc circa
    Preparazione
    Ho tritato in modo grossolano la carota, la cipolla e la patata.
    Ho fatto colorire il tutto in padella con 1 cucchiao di olio evo, quindi ho aggiunto il radicchio tagliato a listarelle sottili. Fatto rosolare nuovamente a fuoco vivo e poi ho aggiunto il brodo( il giusto per non fare bruciare la verdura: me è bastato mezzo bicchiere di brodo) e fatto cuocere a fiamma bassa per circa mezz'ora.
    Quindi ho fatto raffreddare le verdure.
    In una ciotola ho sbattuto le 6 uova con il formaggio grattato, ho aggiunto un bel pizzico abbondante di origano e del sale, e un pizzico di peperoncino (a me piace e non solo a me, ma anche alla mia tribù, piccantino).Ho aggiunto le verdure e mescolato bene! Messo carta da forno in teglia e vi ho versato il tutto!
    In forno a 200° per circa 30 minuti!
    Buon appetito!
    Ps: le frittate le faccio in forno in quanto evito di utilizzare olio fritto. Vengono buonissime lo stesso.

  • #4

    Titti (lunedì, 05 novembre 2012 11:10)

    Giuro che le proverò tutte. Inusuali e....saporite, mmmmmmm.

  • #3

    TerryGiù (venerdì, 02 novembre 2012 19:45)

    che bello!!
    Arrivo pure io!
    Spaghetti al tizzone
    Rubata ad un mio amico che ama le cose saporitissime.
    Ingredienti
    Spaghetti
    Prezzemolo tritato un bel cucchiaio abbondante.
    Aglio spellato e schiacciato uno spicchio
    Peperoncino in polvere oppure quello fresco a pezzettini da rimuovere..o lasciare da mangiare se si ama la sensazione forte!!
    Olio 3 cucchiai
    1 cucchiaio di passata di pomodoro oppure polpa di pomodoro fresco però privato della pelle.
    Pistacchi tostati e tritati grossolanamente, un bicchiere colmo.
    Preparazione
    Mentre l'acqua della pasta è sul fuoco, mettere in padella l'olio (due cucchiai), aggiungere l'aglio e il peperoncino. Fatto dorare l'aglio rimuovere ed aggiungere i pistacchi ed il prezzemolo e fare saltare in padella aggiungendo il pomodoro. Non devono bruciare.
    Quindi si calano gli spaghetti al dente nella padella facendo saltare per due o tre minuti!
    Servire aggiungendo un filo di olio crudo e buon appetito!!
    Ps: se il peperoncino così utilizzato (fresco )è troppo forte, potete aggiungere a piacere quello in polvere.

  • #2

    Sari (venerdì, 02 novembre 2012 13:51)

    Approfitto subito!
    ............ Torta di mele non dietetica.............
    Ingredienti: mele 3 - farina 150gr. - burro 100gr. - uova 2 - limone 1 - lievito 1/2 bustina - latte q.b. (il famigerato!)
    Per questa torta è necessario usare uno stampo con la cerniera.
    ----> Accendere il forno a 180° - Imburrare una tortiera e cospargere il fondo con una manciata di zucchero - Disporvi le mele, mondate, a fettine - Sbattere le uova con lo zucchero e aggiungere il burro morbido - Poi la farina setacciata con il lievito - il succo di mezzo limone e la scorza grattugiata - (il tutto nel mixer, siete inorridite?) - Se necessario, aggiungere un pochino di latte. Versare il composto sulle mele disposte nella tortiera e infornare per 40' circa.
    Sganciare la cerniera - posare sul dolce il piatto da portata e capovolgere. Se necessario, staccare la base dello stampo con una lama ma se le mele non sono troppo acquose non importa.
    Volendo, si possono aggiungere noci o mandorle tritate,fra le mele a fettine.
    Ciao Titti, il "tu" mi piace tanto.
    Saluti a tutti.
    Sari

  • #1

    Titti (venerdì, 02 novembre 2012 10:42)

    Una ricettina, presa da un ristorante che affacciava su una vallata, alla fine della quale su una collina, sorgeva il castello di Gradara, in Romagna.
    Semplice semplice: TAGLATELLE COI FAGIOLI. Due piatti in uno.

    "Fare cuocere, in un medio contenitore di terracotta, fagioli borlotti precedentemente precotti a metà, cotenne di maiale, salsicce sbriciolate e passato di pomodoro quanto basta. Proporzione 60/40 per fagioli e carni. A cottura ultimata, prima che si raffreddino, far cuocere a parte tagliatelle fatte a mano di media misura. Appena scolate aggiungere il contenuto della terrina ed inondare il tutto di abbondante pecorino toscano stagionato e, naturalmente, grattugiato. Buon appetito e, per le quantità, regolatevi a seconda la necessità ( ospiti+fame :) ).